A cuor leggero pt 1

A cuor leggero sarà una collana di racconti in cui parlo dei miei disturbi alimentari. È un viaggio che faccio a cuor leggero nella memoria dei miei dolori. Perchè dopo averli sofferti e affrontati, in me sono diventati poesia.

Hai da accendere? Io no, chiedi ad Atac

È venerdì 14 ottobre, un soleggiato giorno di fine settimana nella Capitale. L’aria per le strade è frizzante, ma seduti dentro l’autobus si sta al caldo. Ogni passeggero del veicolo è immerso nei propri pensieri o nel telefonino, mentre si procede a passo lento lungo le vie affollate del Tufello. Giganti rossi targati Atac che…

Mi scatto un’altra foto

“Noi camminiamo attraverso noi stessi, incontrando ladroni, spettri, giganti, vecchi, giovani, mogli, vedove, fratelli adulterini, ma sempre incontrando noi stessi.” – James Joyce

Dove sono le chiavi?

“Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io.(…) Rendi il cuore
a se stesso, allo straniero che ti ha amato per tutta la tua vita, che hai ignorato per un altro e che ti sa a memoria.” Derek Walcott

Andare a ballare, e altri metodi salvavita

“Vivi le domande ora. Forse poi, in qualche giorno lontano nel futuro, inizierai gradualmente, senza neppure accorgertene, a vivere a tuo modo nella risposta.” Rainer Maria Rilke

Complimenti? Sì, ma non da tutti.

“Non devi essere carina. Non devi la bellezza a nessuno. Non al tuo fidanzato, coniuge, partner, non ai tuoi colleghi, specialmente non agli uomini sconosciuti per strada. Non la devi a tua madre, non la devi ai tuoi figli, non lo devi alla civiltà in generale. La bellezza non è un affitto che paghi per occupare uno spazio contrassegnato come ‘femminile’.” – Erin McKean