Apologia dei trent’anni

“Io mi diverto ad avere trent’anni, io me li bevo come un liquore i trent’anni: non li appassisco in una precoce vecchiaia ciclostilata su carta carbone.”

Prestiamo attenzione

“Più che l’anno della crescita,
ci vorrebbe l’anno dell’attenzione.
Attenzione a chi cade, al sole che nasce
e che muore, ai ragazzi che crescono,
attenzione anche a un semplice lampione,
a un muro scrostato.
Oggi essere rivoluzionari significa togliere
più che aggiungere, rallentare più che accelerare,
significa dare valore al silenzio, alla luce,
alla fragilità, alla dolcezza.”

Peccato originale

Ci pensiamo liberi, lo siamo davvero di leggerci dentro e scoprirci senza peccato?

Paradosso ortodosso

Recensione vecchiotta ma sempre attuale. Respirate la libertà che trasmette la foto e siate felici!